×

Avviso

The forum is in read only mode.

Materazzi non sei degno di toccare quella coppa!

More
10 years 4 months ago#6387by DaemonGood
Inizio dicendo che l'inter ha fatto un anno strepitoso e merita tutto quello che ha vinto.

Ma bisogna condannare tutti questi giocatori, in questo caso Materazzi,che fanno della provocazione il loro modo di vivere e esultare. Questi giocatori viziati e straricchi non sanno o ignorano che molte persone non arrivano a fine mese, si spaccano le ossa per guadagnarsi da vivere e come sfogo e passione hanno il calcio.
Questi giocatori non hanno ne il diritto ne il dovere morale di fare delle provocazioni che possono causare principi di violenza tra la massa di tifosi. Devono smetterla con questi striscioni offensivi e queste magliette ridicole.
La maglia sfoggiata dal Sig. Materazzi ha provocato un incidente, preciso che non do la colpa al giocatore dell'accaduto, ma se avesse evitato la provocazione e si sarebbe comportato da sportivo esultando per i suoi traguardi raggiunti senza mettere in mezzo altre squadre e altri discorsi che in quel momento non c'entravano nulla, forse e dico forse questo incidente non sarebbe accaduto....

(ANSA) - TORINO, 23 MAG - Un uomo e' stato fermato per l'omicidio avvenuto sera a Torino dopo un litigio per la finale di Champions League: avrebbe confessato. Al termine di un lungo interrogatorio in questura, l'aggressore avrebbe ammesso le proprie responsabilita'. Gli agenti della squadra mobile, inoltre, hanno sequestrato al fermato alcuni abiti sporchi di sangue e un coltello a serramanico, la probabile arma del delitto.

Complimenti al mondo del calcio che non condanna in modo serio e radicale il comportamento anti sportivo dei calciatori...

Iniziamo a RADIARLI

Ps. Scusate per l’italiano
More
10 years 4 months ago#6388by DaemonGood
Tifoso della Juve ucciso a Torino per maglia Materazzi

Accoltellato ieri notte un fan bianconero, arrestato il colpevole

TORINO, 23 maggio - Accecato dal tifo per l'Inter, proprio nella serata che doveva essere la più bella per i colori nerazzurri, ha ucciso a coltellate il rivale juventino che aveva "osato" insultare Materazzi. La festa si è trasformata in tragedia a Torino, quando fuori da un bar, dove si stavano riversando in strada, come nel resto della città, i tifosi della squadra di Mourinho dopo il trionfo in Champions League. Rocco Acri, 60 anni, ed Edmondo Bellan, 63, avevano seguito nello stesso locale, il Blu Sky di corso Lecce, nel quartiere Parella, la finale che ha sancito il ritorno sul tetto d'Europa della squadra nerazzurra dopo 45 anni di digiuno. Il primo aveva sostenuto la formazione di Mourinho ed era a mille per la vittoria sul Bayern, il secondo invece aveva "gufato" sperando in una vittoria dei bavaresi, come del resto la gran parte dei supporter bianconeri.

LA LITE - Quando fuori iniziava la festa dei nerazzurri, e mentre il tecnico portoghese piangeva abbracciato al presidente Moratti in vista dell'imminente addio con destinazione Madrid, nel bar torinese è esplosa la lite. Fattore scatenante, la scritta sulla maglietta indossata dal difensore neroazzurro Marco Materazzi, entrato durante il recupero per concedere la standing ovation a Milito, durante la festa al Santiago Bernabeu: "Rivolete anche questa?". Una scritta che ironizzava sulla richiesta di restituzione dello scudetto 2005/06, vinto sul campo dai bianconeri ma assegnato a tavolino ai nerazzurri in seguito allo scandalo di Calciopoli. Bellan si è così acceso di rabbia: «Sfotti pure - ha detto l'uomo rivolto allo schermo televisivo dove si vedeva il "Matrix" nerazzurro - ma quella non è una squadra italiana. Che maglietta vergognosa, è un uomo di m..».

LA RABBIA - Acri, seduto a un tavolo vicino, si è alzato in piedi e gli si è avvicinato. I due hanno cominciato ad insultarsi per poi passare a spintoni e, pare, anche qualche schiaffo. Il titolare del locale, salomonicamente, li aveva allontanati entrambi.«In questo locale non c'è spazio per i violenti», aveva detto ai due mettendoli alla porta, forse immaginando che la lite sarebbe finita lì. Non è andata così. Una volta fuori, proprio mentre i tifosi dell'Inter di stanza nel capoluogo piemontese iniziavano ad affollare le strade con cortei e caroselli in auto, Acri e Bellan si sono affrontati a muso duro.«Adesso te la faccio pagare», ha detto l'interista allo juventino prima di estrarre un coltello a serramanico e scaricargli addosso tre fendenti. Due hanno colpito il tifoso bianconero al costato, uno al braccio sinistro. Il parapiglia ha richiamato l'attenzione di chi si trovava nel bar e in strada. Sono così subito stati chiamati la polizia e l'ambulanza.

INUTILE CORSA - La corsa dell'auto medica del 118 al vicino ospedale Maria Vittoria si è rivelata inutile: Bellan è morto poco dopo essere arrivato al pronto soccorso. Dopo il primo intervento delle volanti, la squadra mobile ha sentito diversi testimoni presenti sul luogo dell'accaduto e ha identificato e arrestato, questa mattinata, l'autore del delitto, reo confesso.

dal sito di Tuttosport
  • walk
  • Visitor
  • Visitor
10 years 4 months ago#6389by walk
lascio un breve commento da "addetto ai lavori",avendo giocato x vent'anni a calcio (ovviamente non ai livelli sopracitati),ma prima ancora da appassionato,da persona che come unica e modesta pretesa ha quella di divertirsi a guardare il calcio in tv.
E' presto detto come la penso:a mio modo di vedere l'intelligenza o meno di una persona (a maggior ragione dei calciatori professionisti che dispongono di un bacino di utenza spropositato) sta nel messaggio che vuole trasmettere a chi lo segue.In ogni caso al messaggio segue una reazione (di approvazione o meno)... In questo caso l'ignoranza di Materazzi è moltiplicata all'ennesima potenza dal fatto che questo personaggio non si sia nemmeno posto il problema di pensare quale reazione sarebbe potuta scaturire da un suo gesto o atteggiamento...è triste dirlo, ma non me ne stupisco
Time to create page: 0.071 seconds
© 2007-2020 chatt-gratis.net. Tutti i diritti sono riservati.